History

 BORN TO BE WILD MC

  

Oggi,  nell’Anno Domini 2012,  si può definire il “Born To Be Wild MC” uno dei piu grandi e conosciuti MC’s   tedeschi.

Gli ormai mitici “Borns”, come sono  chiamati sulla scena MC, hanno raggiunto infatti una notorietà che va ben al di là dei confini della Germania sopratutto  perché in innumerevoli e ottimi rapporti con gli altri Club in Europa, e specialmente quelli che si trovano in Italia, Francia, Gran Bretagna e Finlandia.  Il club è quindi  presente anche nella MC Tedesca non soltanto come l’insieme più  numeroso,  ma anche come quello  più aperto ed europeo. 

Questa notorietà  è  certamente da attribuire ad un evento fortunoso e del tutto estraneo alla volontà del gruppo: la caduta del Muro di Berlino.  Infatti dopo 15 Anni di isolamento e  ristrette opportunità di  creare  Eventi, specialmente  nella parte Ovest di Berlino,  ricercando  un luogo adatto per un party, alcuni membri del Club si imbatterono in un’area alla periferia della cittadina di Biesenthal,  una vera perla della natura a tutt’oggi chiamata con venerazione ”Dreamplace“.

Questo fantastico posto, dove si è attrezzato un palco  nel punto più basso della radura, come fosse un antico teatro greco, è circondato da fitte foreste,   in vicinanza di un laghetto nelle cui fresche acque tutti possono bagnarsi. Questo luogo incantevole  ha permesso ai Borns degli Anni ’90 di raggiungere una grande notorietà. Oggi tutti in Germania conoscono il “Motorcycle Jamboree” o come viene chiamato più brevemente ” Biesenthal “ dal  luogo incantato dove si radunavano negli Anni  ‘90 più di 20.000 visitatori e dove, come si poteva leggere da alcuni giornali del tempo, si organizzavano anche  raduni contro i Rocker, raduni che comunque si svolgevano pacificamente,  in cui si ricevevano trofei, si vincevano Harley,  dove i grandi nomi della musica Rock si contendevano il microfono e Bands sconosciute fino a quel momento avevano la possibilità di diventare famose come è stato per quella dei “Rammstein”. 

Ma oggi tutto sembra cambiare davanti all’altra faccia della medaglia del Jamboree di Biesenthal: alcuni dei fondatori del club  si sono dovuti confrontare con la giustizia di Berlino . 

 

Ma come tutto ha avuto inizio? In un momento dell’Anno 1975, in un giorno non esattamente definito, un certo Lommel, un vero motociclista on the road,  si sentì stufo di far parte di uno dei molteplici Rocker-Club ( ca. 15 ), come tanti altri a Berlino. Così decise dall’oggi al domani con altri sei amici di creare un proprio club MC. Per prima cosa bisogna  caratterizzare l’ MC a partire dal vessillo e Lommel dettò il motto del Club che doveva indicare lo stile di vita dei  soci: fu così dedicata la parte superiore del logo alle parole” BORN TO BE WILD ” ; quindi nella parte inferiore fu scritto il nome del club” Santa Maria Vikings “; in mezzo dominava una Croce di Guerra sormontata da un teschio che portava un Elmo e un Pugnale fra i denti.   

                 

Il vessillo era finalmente pronto e fino ad oggi  è rimasto  praticamente invariato. I “Santa Maria Vikings” però scoprirono presto   che nessuno  li indicava con il vero nome, ma che venivano chiamati spesso solamente “Borns”. Così  nel 1979  si adottò   il motto come definitivo nome del Club. E così l’MC dei Borns  venne da allora chiamato BORN TO BE WILD MC  .  In basso si  aggiunse la città d’origine: Berlin. Come vedete il nome “Steppenworf” non appare in questa storia sulle origini del club, per il semplice motivo che il conosciuto pezzo musicale non ha assolutamente niente a che fare  con la fondazione dei Borns.

Negli anni ’70, però, chi faceva parte di un club motociclistico era considerato un bruto e un violento e la stampa quasi settimanalmente metteva in evidenza fatti di cronaca nera riguardanti il mondo delle moto e dei loro possessori. Non aiutava neppure all’immagine   la rivalità tra i vari Rockerclub. In conclusione non c’era nessuno che fosse disposto ad affittare una stanza per poter ospitare il neonato club. Lo stesso Lommel ospitò le prime riunioni   a casa sua e poi finalmente un coraggioso locandiere affittò  una stanza a i Borns

  Nel 1979   nonostante i club MC di Berlino si fossero ridotti a soli 5 , i Borns erano sempre più numerosi.  

         

Alla fine degli Anni Settanta il Club ha avuto la prima vera Club-House in Via Bautzener Strasse nell’aerea ferroviaria del vecchio Regime. E qui venivano  poste le fondamenta per ciò che contraddistingue ancora oggi il Club: fare veramente Festa. I Borns sanno organizzare party di massimo divertimento. Così già dal 1978  inaugurarono  il primo grande Party nella loro Club-House  .

Negli Anni seguenti venivano fondati sette Club-House in sette differenti Paesi. Se in passato si veniva al massimo tollerati, nel seguente decennio l’opinione di una gran parte della popolazione   cambiò. Nonostante ciò il club di Berlino faticava a trovare una sede per gli affitti troppo onerosi. Fu fortuna trovare una sede  a  Sud di Berlino a Grossziethen nella Karl-Marx-Strasse, al numero 62. Ben presto anche gli abitanti più ostili ad avere come vicini  dei Rocker  dovettero con loro sorpresa constatare che la criminalità  del quartiere era calata considerevolmente. Oggi molti di questi vicini sono spesso ospiti nella sede dei Rocker   ogni Venerdì  quando il club è aperto agli esterni    ed quando ogni terzo Venerdì del Mese suona una Band  e l’entrata  è gratuita.

 Nel 1979-1980  si decise poi di fare del Club esclusivamente un Harley – Davidson Club. Questo voleva dire che chiunque voleva diventare Membro doveva possedere una Harley perché i soci fondatori ritenevano che soltanto questa moto poteva esprimere la filosofia di vita che animava i Borns.

Negli Anni ’80 i Mass-Media abbandonarono i loro preconcetti sui Borns e in genere sul mondo dei Rocker, anzi incominciarono ad interessarsi al loro stile di vita alternativo  e alla loro voglia di libertà. Ben presto molti dei Borns furono chiamati sul set di film e documentari sulla storia delle moto e dei club.    Fece successo il film girato nel  1984  ed   intitolato ” Ride hard, live free”  proprio perché riuscì ad entrare nella mentalità del mondo dei Rockers e ne è consigliata la visione  a tutti i veri bikers.

  Dopo la caduta del muro la storia del Club diventò piu movimentata. Dal ‘92 al ‘94 venivano fondati ulteriori  sezioni del club a Memmingen, nella Foresta Nera, nel Nord Italia e a Rostock, seguito poi da Prenzlau. Nel 2000, a seguito di un’amicizia durata da anni sono entrati dal Hard Core MC le sezioni Braunscheig, Wolfsburg e Magdeburg; nel 2001 si sono aggiunti   Franken e Bremen ed in Italia le sezioni di Bassano e Padova.

Nel 2003 – Wild East & Wild South

Nel 2004 – Rovigo

Nel 2005 – Frankfurt

Lommel è rimasto alla giuda del Club fino all’Anno 1990.  Quindi Henry Schmidt prese la direzione del Club e impose con energia la sua linea promuovendo grandi eventi come la manifestazione di Biesenthal. Purtroppo questo grande Born è  venuto a mancare nell’autunno del  1997 dopo una breve e grave malattia.

Dal 1997 alla guida del MC troviamo Klenke ed Atze, a cui auguriamo di  condurre il gruppo ancora per molto tempo visto le loro qualità e il loro carisma.

 L’inaspettato assalto il 22 di Gennaio 1997 del   Club-House di Berlino da parte della Polizia e conseguente arresto di tutti i Borns sconvolse la quotidianità di questo gruppo Mentre il giorno seguente almeno la metà  dei Burns fermati fu liberata, per i rimanenti era chiaro che si prospettava un lungo ed amaro  percorso. Accusati di estorsione ai Tattoo-Studios, i Borns arrestati furono tradotti in carcere dopo 14 mesi   senza contatti né fra loro, nè con altri detenuti, senza  ora d’aria,   tradotti sempre  con catene ai piedi, sistemati in zone di massima sicurezza della prigione di Moabit, nella quale venivano detenuti   criminali altamente pericolosi come alcuni killer della Mafia.

La stampa e la televisione si accanirono parlando dei Borns come  di una nota “Gang operante nel mondo”.   Si temeva fortemente di non poter svolgere quell’anno l’evento del Jamboree 1997. Grazie all’impegno degli altri club berlinesi e  delle sezioni si  potette svolgere l’evento. E gli stessi media che solo 6 mesi prima  definivano i Borns una organizzazione criminale, informavano ora sull’andamento pacifico ed armonioso della manifestazione dei “  duri  sulle loro Harley”. I  Borns  ancora in detenzione preventiva ebbero finalmente il loro processo  soltanto nel 1999,  alla presenza di un folto   Team di Giudici  , di 2 Procuratori di Stato, fino a 19 avvocati tra accusa e difesa, e davanti ad un pubblico numeroso.  Visto che dall’inizio mancavano desposizioni a carico degli imputati per provare la presunta estorsione, il processo si trascinava  di settimana in settimana.  Così il processo alla fine si rivelò  un gigantesco Flop che costò ai contribuenti centinaia di migliaia di Marchi , per non parlare delle illegalità legate ad una così lunga detenzione preventiva.   Il risultato del processo dopo 31 Giorni di udienza  fu di molte assoluzioni e  qualche condanna a pene lievi, sospese poi dalla condizionale.

Per concludere questa breve storia dei Borns rimane soltanto da scrivere:

Chi non ha timore di prendere contatto con i Rocker può farsi vedere in una delle molte Feste dei Borns. Le date potete trovarle nel calendario degli eventi  delle numerose sezioni Tedesche ed Italiane.

Per i Berlinesi e paesi vicini a Berlino  ricordiamo la Germanenparty che viene organizzato da 16 Anni e la veramente spassosa HalloweenParty. Per chi può partecipare soltanto nei fine settimana si segnala il  Week-end dell’ Harley Davidson Jamboree.

Tratto dal testo di Liutz Arnken ( BN ) + Lommel ( First Member e Fondatore Born To Be Wild MC )



One Response to History

  1. roger says:

    ciao,, al vostro club
    vorrei annunciare che i fondatori de mc in italia sono
    taraki, andrea,marco, prostata,roger,saki,e charly perché parlava tedesco, poi é arrivato silvio e poce, ect,,
    dico questo xché vedo scritto non la verità sul vostro libro
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.